martedì 16 gennaio 2018

Blinis senza glutine al salmone

Ho voglia di tornare a pubblicare sul blog, ma non ho quasi mai tempo, così oggi questo tempo me lo sono voluto ritagliare, per ammannirvi una cosa semplice, ma parecchio buona: blinis senza glutine al salmone, per sognare bianchi paesi nordici avvolti dalla neve.

Gluten free Blinis /Blinis al salmone senza glutine

I blinis ci portano in Russia, e per me Russia vuol dire zio Vincenzo. Chi è lo zio Vincenzo? È semplicemente mio zio, una persona meravigliosa, che quando era nei suoi cenci viaggiava tantissimo, e a volte portava anche me con lui. Non avete idea di cosa abbia voluto dire per una ragazzina viaggiare senza i genitori con uno zio fantastico che mi voleva (vuole) un sacco di bene e si aspettava che mi comportassi in modo autonomo e responsabile.

Non solo con lui ho visitato praticamente tutte le capitali europee, l'Egitto, l'Algeria, gli Stati Uniti, e già questo sarebbe impagabile, ma era il viaggiare con lui che era proprio bello, anche se fossimo andati a Rocca Cannuccia.
Erano altri tempi, più fiduciosi, e anche lui si fidava di me. Mi lasciava girare da sola, confidando che me la sarei cavata nonostante la lingua e la cultura differente, e poi andavamo al cinema, al ristorante, nei musei. Niente faceva paura allo zio, nemmeno quell'aereo che dovette atterrare appena decollato perché si era rotto qualcosa.
Quei viaggi mi hanno aperto il cuore e la mente più di ogni altra cosa che ho fatto nella mia vita. 
Una delle mete più gettonate dallo zio Vincenzo, che come secondo mestiere faceva appunto l'accompagnatore di viaggi, era l'USSR, ci andava molto frequentemente. E una volta ha portato pure me. È stato uno degli ultimi viaggi che ho fatto con lui, non ero più una ragazzina ma una donna, ma è stato bellissimo lo stesso. E in quel viaggio ho scoperto i blinis. Negli alberghi c'erano dei piccoli punti di ristoro ad ogni piano, dove si poteva mangiare qualcosa. Il qualcosa erano appunto blinis con salmone, e altre leccornie simili. Sono sempre stata golosa, e questi blinis mi sono rimasti nel cuore.

Adesso lo zio fantastico non sta affatto bene e non può più fare i suoi viaggi favolosi dai quali mi portava sempre dei regali originali e azzeccatissimi. Quando vado a trovarlo ci piace rinovellare tutto il tempo che abbiamo passato insieme, che è tanto, e i nostri occhi brillano al ricordo del Khan el Khalili e del Covent Garden, della ponte Carlo e dell'Hermitage, della Fifth Avenue e della pentapoli dello M'Zab. Brillano al ricordo di quanto abbiamo riso e ci siamo divertiti insieme, lo zio affettuoso e spumeggiante con la sua intraprendente nipotina.

Blinis senza glutine al salmone


Gluten free Blinis /Blinis al salmone senza glutine


Tempo di preparazione: 15 minuti + il tempo di lievitazione
Tempo di cottura: 20 minuti

Per 15 blinis
200 g di farina di grano saraceno *
100 g di mix per pane Nutrifree **
350 ml di latte
3 uova
5 g di lievito di birra fresco
sale
burro per la pentola

Farcia 
200 g di panna acida
200 g di salmone affumicato *
erba cipollina o aneto

* ingredienti a rischio di contaminazioni da glutine. Per essere consumati tranquillamente devono avere presentare sulla confezione la scritta SENZA GLUTINE.
** prodotti sostitutivi equivalenti a quelli contenenti glutine.

Preparazione
Sciogliete il lievito di birra nel latte e temperatura ambiente ed unitevi la farina di grano saraceno e il mix per pane setacciati.
Cominciate ad impastare, ed incorporatevi uno alla volta i tuorli delle uova (tenete da parte gli albumi, che andranno uniti alla fine della preparazione).
Aggiungete un cucchiaino di sale e fate lievitare per un'ora e mezza/due.

Quando è cresciuto e si è riempito di bollicine, montate gli albumi ed incorporateli all'impasto un po' alla volta, mescolando dall'alto in basso stando attenti a non farli smontare.

Mettete sul fuoco una padellina antiaderente unta con un velo di burro, e quando è calda versateci un mestolino di impasto.
Quando fa le bolle e si è ben rappreso, rigirate la focaccina e fatela imbiondire anche dall'altra parte, quindi toglietela dalla padella e procedete con la successiva.
Via via che li preparate, conservati al caldo impilati.

Serviteli ancora tiepidi, con panna acida montata a cui avrete unito un po' di erba cipollina tritata, fettine di salmone affumicato e aneto.

È una delle tante ricette che potrete trovare sul mio libro Torte rustiche gluten free.


Torte rustiche gluten free


Altre idee per un buffet sfizioso e senza glutine?

Biscotti, salatini e sfizi
Arancini alla carne
Baci di dama salati
Cantucci mediterranei
Churros salati
Coccoli
Crostini toscani ai fegatini 
Crostini fagioli e cavolo nero
Pinchos di farinata al cavolo nero
Falafel
Gougéres
Pakoras
Sablé al parmigiano
Sgranocchini al grano saraceno
Sbirulini gusto pizza
Muffin camambert, noci e pere

Torte salate, panini, schiacciate
Cheesecake salata salmone e zucchine
Tarte baccelli e pecorino
Tarte al radicchio tardivo
Tartellette al radicchio e brie 
Torta Pasqualina
Mini-quiche al roquefort 
Quiche cipollotti e feta
Empanadas di carne
Roulade salata al salmone
Danubio
Focaccia norvegese
Maneesh
Panini maialini
Panini mignon
Schiacciata
Strudel salato pancetta, cipolle e mele
Strudel carciofi e salmone

Salse
Dip alle cipolle caramellate 
Salsa ai pomodori arrostiti
Baba ganoush
Salsa ai peperoni
Hummus
Crema al basilico
Salsa verde 

Insalata
Insalata tiepida ai ceci e giardiniera
Insalata di pollo con citronette al miele e tahini
Insalata Waldorf
Insalata di trippa e fagioli
Insalata di grano saraceno, avocado e gamberetti
Insalata di quinoa, roveja e carciofi
Hummus di carote senza glutine
Con questa ricetta partecipo al contest The free food lover
Giudice del mese: Mary Di Gioia di Zero Glutine 100% Bontà











Non so se ho capito bene come funziona, 
ma segnalo qusta ricetta per  
a cura di Sandra Pilacchi di Sono io, Sandra.

2 commenti:

  1. Carissima, grazie di cuore per aver partecipato al contest ^.^ ne sono davvero molto felice. Un abbraccio grande grande, Leti

    RispondiElimina
  2. viaggiare! devo ricominciare, gli ultimi anni sono stati troppo sedentari, viaggiare è troppo bello
    aggiungo subito i blinis profumati di Russia, grazie Gaia!

    RispondiElimina

linkwithin

Related Posts with Thumbnails