martedì 17 aprile 2012

Siete stanchi? Un dolcetto veloce è quello che ci vuole

bicchierini di cheese cake al lemon curd
In questo periodo ho bisogno di cose veloci, le cose da fare sono tante, l'anno è ormai andato, chissà cosa ci prospetta il futuro.
Mi sento un po' spaventata, ma anche un po' stanca in anticipo.
Penso ai miei figli che vivranno in un mondo più difficile da quello che ho conosciuto io, e mi sento di non aver fatto per loro tutto quello che avrei potuto, sia dal punto di vista materiale che da quello forse più importante di aiutarli a costruire una solida personalità.
I miei figli sono ancora piccoli, ma li vedo crescere alla velocità della luce, la piccola buongustaia l'anno prossimo andrà alle medie e piccola non lo sarà più per niente.
Avrà abbastanza autostima per riconoscere la propria strada nel dedalo che le si prospetterà di fronte?
Avrà abbastanza coraggio per sceglierla malgrado le difficoltà?
Avrà abbastanza determinazione per provarci con tutte le sue forze?

Dato che a queste domande non ci sono risposte e, come diceva un vecchio ritornello, lo scopriremo solo vivendo, o meglio, loro lo scopriranno solo vivendo, passiamo alla ricetta.

Così vi informo che l'inglesaccio mi è proprio piaciuto! E non ho ancora finito. Questa è la volta di un dolce. Un dolcino veloce, che ho reso un po' meno veloce facendomi da sola la crema, invece che comprarla come suggeriva lui.
E così facendo ho rimediato a una gravissima macchia nel mio curriculum, ovvero il Lemon curd. Si può essere più idioti? Una roba buonissima per la quale ci vogliono dieci minuti netti di preparazione, e non l'avevo mai sperimentata. Mah!
Ho seguito la ricetta della Raravis, quella del Lemon Curd all'olio di oliva. In realtà non è proprio colesterol-free, perché ci sono le uova, ma eliminare 100g di burro fa il suo. Una meraviglia.

Insomma, malgrado la fretta vi beccate due ricette in un colpo solo: il lemon curd e i bicchierini. Che sono veramente buoni, un bel matrimonio di sapori e consistenze: il contrasto fra la il lemon curd che scivola via e il croccantino della base, la morbidezza del mascarpone e il pungente della crema, le fragole un po' asprine che mitigano il dolce complessivo.

Lemon Curd
(ricetta della Raravis)
Ingredienti
(per un barattolo di lemon curd)
  • il succo e la scorza grattugiata di tre limoni
  • 2 tuorli e 2 uova intere
  • 1 cucchiaio di maizena (¶)
  • 200 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.
Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili.
Preparazione
    Mescolare a freddo tutti gli ingredienti tranne l'olio in una casseruola, amalgamandoli bene con una frusta. Mettere sul fuoco e portare all'ebollizione, sempre mescolando, a fiamma medio-bassa.
    Abbassare quindi la fiamma al minimo, far bollire per due minuti e poi filtrare il tutto in un colino a maglie molto strette (io avevo fretta e questa cosa non l'ho fatta, ma la crema è risultata morbida, liscia e omogenea lo stesso). In ultimo aggiungere UN cucchiaio di olio EVO leggerissimo ed invasare in un barattolo precedentemente sterilizzato. Si conserva in frigo per una settimana circa.

    bicchierini di cheese cake al lemon curd
    Bicchierini di fragole al lemon curd
    Ingredienti
    (per otto bicchierini)

    • 60 g di burro
    • 60 g di nocciole spellate e tostate
    • 12 biscotti  (¶)
    • 1 dose di lemon curd (¶)
    • 1 cestino di fragole
    • 250 di mascarpone
    • 3 cucchiai di zucchero a velo (io vanigliato, hand-made, frullando nel mixer dello zucchero conservato nel barattolo in cui tengo le stecche di vaniglia) (¶)
    • latte
    • 1 limone
    • cioccolato fondente di buona qualità (dal 70% in su)
    • 3 cucchiai di yogurth cremoso bianco
    • 2 cm di zenzero fresco
    Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili.
    Preparazione

      Mettere gli otto bicchierini in freezer.
      Sbucciare e tritare lo zenzero fresco. Tritare grossolanamente i biscotti e le nocciole (lui dice in un canovaccio, io nel mixer, pulsato).
      Mettere il burro in una padella media e farla andare a fuoco vivo, abbassare e versarvi i biscotti con le nocciole, lo zenzero fresco tritato e la scorza di limone tritata anche lei. Amalgamare bene il tutto e versare nei bicchierini, pigiando delicatamente per compattare. Mettere i bicchierini in frigo.
      Quando si è raffreddato, dividere il lemon curd fra gli otto bicchierini. Rimettere in frigo.
      In una ciotola, montare con le fruste il mascarpone con lo zucchero a velo, un cucchiaio di latte, un goccio di succo di limone, e lo yogurth. Tenere in frigo.

      Al momento di servire, mondare e lavare le fragole, tagliarle a pezzetti e metterne un po' in ciascun bicchierino. Versare sopra un bel cucchiaio di mascarpone, e completare il tutto con una grattugiata di cioccolato fondente.

      Notazioni: secondo me se si preparano i bicchierini il giorno prima, fino all'inserimento delle fragole escluso, viene più buono, perché così il lemon curd perde le note più pungenti e si amalgama come sapore alla base croccante.
      Da provare l'alternativa di mischiare insieme lemon curd e mascarpone, per alleggerirlo (...)
      Stefania di Cardamomo & Co. non aveva frutta e li ha preparati con i pistacchi, una versione da provare assolutamente.

      21 commenti:

      1. Ho sempre pensato che quello del genitore fosse il mestiere più difficile e duro di questo mondo, oggi più di ieri. Ma sono anche sicura che i tuoi figli troveranno in te un grosso sostegno, molto più di quanto immagini :) L’inglesaccio colpisce ma tu raddoppi la posta! Questi biccheirini si mangiano anche con gli occhi da quanto sono belli nel contrasto cromatico. E un po’ di “colore” con questo tempo ci voleva proprio. Bacioni

        RispondiElimina
      2. Oh, sì... io sono molto stanca!! :-) Avrei proprio bisogno di uno di quei bei biccherini!!! Hai superato l'inglesaccio!! tutto home made, che spettacolo! ;-)

        RispondiElimina
      3. Andiamo per ordine...
        1) I nostri cuccioli e le nostre preoccupazioni: quando il cervello mi fa tilt cercando di pensare al loro futuro mi dico che forse ce la faranno da soli meglio di quanto non ci si possa aspettare!
        2) Ho fatto anch'io questo lemon card (non l'ho ancora pubblicato)e condivido: è fantastico!
        3) Questi bicchierini sono da sballo!!! I colori meravigliosi e sicuramente un sapore unico. Ho solo un dubbio: qual è il rapporto mascarpone/colesterolo? Perché devo tenermi bassa anch'io viste le ultime analisi :(
        Un bacione cara

        RispondiElimina
      4. @federica non credere federica, una cosa è scrivere, una cosa è fare. e ti assicuro che fare non è facile per niente.
        per i bicchierini lo ammetto, erano veramente belli!

        @micol bene, un bicchierino per la signora, allora :-)

        @anna lisa si, sui cuccioli hai perfettamente ragione, bisogna essere fiduciosi. in fondo loro conoscono il mondo in cui andranno a vivere meglio di noi.
        per i bicchierini e colesterolo, lasciamo perdere :-( il mascarpone è una bomba. e poi ci sono le uova del lemon curd. insomma, inadatto. vediamola così: se ci fossero stati i 100g di burro della crema, sarebbe stato peggio, no?

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Ma si! Evviva il lemon curd vegetale :)))

          Elimina
        2. :-) io mi consolo così, ma solo perché non riesco a incominciare la dieta che dovrei fare da almeno un anno. e intanto ingrasso....

          Elimina
      5. Io sono stanchissima!! Lo voglio!!!!

        RispondiElimina
      6. ho pensato la stessa cosa quando ho fatto per lal prima volta il lemon curd :)) e ora mi dici che si può fare con l'olio d'oliva, sono molto curiosa di sapere come viene (però una volta provalo col burro :))

        Gaia, tutte le tue domande sono anche le mie, anche se ha solo 9 mesi il pupo: per fortuna che la voglia di renderlo felice e trasmettergli serenità prevale su tutto, sennò le risposte che mi do, o che non riesco a darmi, mi metterebbero davvero angoscia.

        Un bacio!

        RispondiElimina
      7. Si presenta proprio bene, lo farei in bicchierini piccolissimi perche' trovo il lemon curd troppo dolce, e poi le mini verrine mi piacciono :-).

        Ciao
        Alessandra

        RispondiElimina
      8. Bravissima sei riuscita a risolvere subito l'inghippo
        e questo veloce dolcetto meritava proprio d'essere commentato qui

        un grande abbraccio
        Manu

        ps: il lemon curd è un po' che è in lista, devo proprio farlo!!!!

        RispondiElimina
      9. Colpita e affondata.....stesse domande, stessi dubbi, un'unica certezza: le lacio un patrimonio di amore, stimoli e fiducia.
        Colpita e affondata anche con questi bicchierini.....fantastici.!!!!! Baci

        RispondiElimina
      10. Colpita e affondata: stesse domande, stesso dubbi,, un'unica certezza: le lascio un patrimonio di amore, stimoli e fiducia...
        Colpita anche con questi bicchierini: deliziosi !!!!! Baci

        RispondiElimina
      11. Non posso dirti quanto mi trovi d'accordo con te pe la ansie sulle figlie: sono "più aventi" di te, perchè Giorgia è decisamente più grande della tua "Bongustaia" , ma sfortunatamente aumenta la loro età e non diminuiscono neppure un po' le tue ansie. C'è da dire una cosa però: arrivi ad un punto in cui tu devi necessariamente fidarti del lavoro che hai fatto con i ragazzi e mentre li vedi crescere, capisci che qualcosa di azzeccato c'è tra quello che hai istillato nelle loro menti. Vedi svilupparsi una personalità positiva in alcuni momenti, intuisci una certa fiducia nei propri mezzi, intravedi un sorriso consapevole... e ti senti un leone, orgogliosa da scoppiare!:-) Vedrai...
        A parte quindi i discorsi seri e la stanchezza, splendidi questi bicchierini Gaia... già solo il colore fa venir voglia di asaggiarli..
        Buonissima giornata
        Dani

        RispondiElimina
      12. meraviglia!!! ma che brava che sei!! l'inglesaccio piace anche a me, ho tante puntate registrate :-D

        RispondiElimina
      13. Venivo a dirti le stesse cose che scopro che ha scritto Daniela qui sopra :-)
        Con tutta che, però, all'atto pratico, questo "lo scopriremo solo vivendo" è difficilissimo da applicare con il distacco che si potrebbe intuire da due righe scritte a tavolino. Io, son quella dell'ansia :-)
        Però, sia con mia figlia che con i figli dei miei amici che ancora prima con i mimei alunni, ho sempre realizzato una cosa: che più si investe su di loro, in termini di fatica, sacrificio, dedizione e tutte le cose che la maggior parte dei genitori cerca di fare, più loro hanno un serbatoio di risorse a cui attingere, per trovare il carburante necessario per affrontare le salite della vita.
        E qualcosa mi dice che la tua piccola- grande bambina sarà fornitissima :-)
        un bacione

        RispondiElimina
      14. Il tempo vola e non è banale da scriverlo. Io me ne rendo conto dai bambini che vengono in Farmacia e che crescono a vista d'occhio. Io penso "Mamma mia, mi sembra ieri che tua mamma veniva a prendere l'acido folico ed ora vai a scuola!". Il tuo dolcetto me lo mangerei proprio adesso. Un abbraccio.

        RispondiElimina
      15. Oh mamma facevo oggi le stesse riflessioni... Anche se pensavo più al pargolo n. 1 che l'anno prossimo si diploma.... Che monda ciò gli stiamo lasciando... E ce la faranno? Ce la faremo?
        Dopo le ansie, ahimè, ineliminabili, l'unica cosa che ci rimane è mangiare e godere... E il lemon curd è unacgoduria pazzesca!
        P.s. Si diventa addicted dell'inglesaccio....ma perché non fai provare tuo marito? ;)

        RispondiElimina
      16. ti capisco, essere mamme ancr piu che essere gentori ci mette ansie che una volt non capivamo e non riuscivamo a capire, io sono nel pieno dell'aolescenza e ci sono momenti che mi chiedo se riuscirò a superare tutto questo :(, ma c'è la farò come anche te e sopratutto i nstri figli <3
        bellissima ricetta da provare

        RispondiElimina
      17. @gloria cucè chi è stanco se le merita, non c'è dubbio... :-)

        @cibou 9 mesi solo?!?! ma allora queste ansie ancora non ti toccano? a 9 mesi hai diritto a: angosce da svezzamento, ansia da separazione per l'inserimento al nido, notti insonni per la dentizione, pianti disperati per arrossamenti da pannolino, gelosie di varia natura, sensi di colpa per rientro al lavoro.
        Se finisci troppo presto il bonus ansie, poi come fai? :-))

        @alessandra è vero, il sapore è molto intenso, ma se si affonda il cucchiaio e si raccoglie in un morso tutti gli strati, diventa equilibrato. ottima l'idea dei mini-bicchierini, la prossima volta io pensavo di mescolare insieme mascarpone e lemon curd. proviamo tutte e due e vediamo l'effetto che fa?

        @manu era semplice, un link che non funzionava come doveva nel blogroll. l'ho tolto, e tutto sembra tornato a posto. anzi, ti devo ringraziare, se non me l'avessi segnalato non me ne sarei mai accorta! grazie carissima!

        @glu-fri io di certezze non ne ho, sono piena di dubbi, ma forse è anche il periodo che mi rende così...

        @daniela è così, bisogna fidarsi, ma quando si sa che ci sono tante cose che non si sono fatte come si dovrebbe, quando si sa di essere una mamma scostante, impaziente, affettuosa ma anche facile alle arrabbiature, non è facile sentirsi sereni.

        @sonia pensa che io l'inglesaccio non l'ho mai visto, invece, solo il libro!

        @alessandra gennaro si si "lo scoprireremo solo vivendo" era una frase buttata lì, ma anche qui l'ansia regna più che sovrana.
        anch'io la penso come te, che molto dipenda da quanto ci si spende, da quanto amore ci mettiamo, dalla dedizione, dall'impegno. insomma, lì per lì non sembra, ma in realtà il lavoro fatto semina semi per il futuro che verrà.
        per la mia bambina le cose non stanno proprio così. come tu ben sai, una cosa è scrivere una cosa è essere. io sono una mamma molto ambivalente, ho un carattere molto difficile, e tutto questo sento con dolore che pesa sui miei figli. speriamo non troppo da sovrastarli.

        @tinny è così, il tempo vola, loro crescono e tu non sai se hai fatto come dovresti...

        @fantasie il maritozzo non lo faccio provare perché è allergico a cucinare... poverino... non al mangiare, proprio a cucinare... ;-)

        @sergio fantoni questa è una cosa facilissima da fare!!!

        @mamma papera fai ridere per come lo scrivi, sembra che l'adolescente sia tu. a volte con i figli ci si immedivano così tanto che ci sembra di provare le loro stesse emozioni.

        RispondiElimina
      18. Cara Gaia, proprio ieri sono stat all'ultimo colloquio maestri genitori per la mia asparagina che come tua figlia affrontera' le medie l'anno prossimo. Ero in uno stato di prostrazione all'idea che debba lasciare degli insegnanti così capaci ed affrontare il salto nel vuoto delle medie, lei che mi sembra ancora così piccola...ci penso ogni giorno e la promessa che mi sono fatta e' quella di stare vicina il piu possibile per quanto me lo consenta lei, che vuole scalpitare libera perché si sente grande. Ti capisco e non sai quanto....mi dico anche che la vita ed il buon senso mi aiuteranno. Ma perché fondermi il cervello da adesso? Il tuo dolce e' assolutamente una tentazione, ma stavolta passo: c'ho da finirmi due Frangipane che in casa snobbano tutti e ne avrò per altri bei giorni! Ti abbraccio, Pat

        RispondiElimina

      linkwithin

      Related Posts with Thumbnails