sabato 13 novembre 2010

Verrine di chantilly con Pan di Spagna senza glutine al cioccolato e spiaccichìs di cachi

verrine chantilly e cachi
Il virus ha colpito anche me! Una notte d'inferno, febbre e emicrania da non dormire.

Era prevedibile, visto che ho tutta la famiglia stesa, bambini, mia mamma... Ci manca solo mio marito, che resiste strenuamente, forse giusto perché è stato via per lavoro e i suoi contatti con il virus sono stati limitati.

Vabbé, con una mattinata di sonno ristoratore, il mal di testa tenuto a bada dall'Efferalgan, va un po' meglio. Scriverò un postarello giusto giusto per smaltire le decine di ricette che languiscono fra il computer e Flickr. Ne ho alcune addirittura dello scorso anno!!!
Questa è recentissima, risale a a domenica scorsa, un nuovo tentativo di utilizzo dell'agar-agar e vari altri esperimenti, con in più un paio di cachi che non si sapeva bene cosa farne.

Il risultato mi ha molto soddisfatto, anche esteticamente, e poi erano le mie prime verrine!

Una spiegazione sullo spiaccichis: dicevo a mio marito il nome altisonante di questo esperimento, di cui faceva parte la coulis. "La couli-che?" E io a spiegare cos'era. "Ah! Uno spiaccichis, praticamente!"

E quindi da adesso, spiaccichis sarà, forever and ever.
Ben mi sta, così imparo a darmi delle arie facendo finta di saper cucinare.

Verrine di chantilly con Pan di Spagna senza glutine al cioccolato e spiaccichis di cachiIngredienti
Per la bavarese
  • 1/2 l di panna da montare
  • 3 uova
  • 300 ml di latte
  • 180 g di zucchero
  • 8 g di agar-agar in foglie
  • 1 stecca di vaniglia
Per il pan di Spagna al cioccolato senza glutine
  • 45 g di fecola di patate (¶)
  • 45 g di farina di riso + quella per infarinare la teglia(¶)
  • 100 g di zucchero
  • 20 g di cacao amaro in polvere (¶)
  • 4 uova
  • 1 noce di burro per ungere la teglia
Per lo spiaccichis di cachi e la composizione finale:
  • 3 cachi
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • (agar-agar)
  • marsala
  • caffé
  • zucchero
Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili.
Preparazione
Pan di Spagna al cioccolatoSeparare i tuorli dalle chiare.
Montare i tuorli a lungo con lo zucchero, con le fruste, finché non "scrivono".
Montare le chiare a neve ben ferma.
Incorporare le chiare al composto di tuorli e zucchero, delicatamente, un cucchiaio alla volta.
Setacciare la fecola e la farina di riso insieme al cacao amaro e incorporarli i un sol colpo al composto precedentemente preparato. Mescolare delicatamente, quindi stendere su una placca da forno coperta con un foglio di carta da forno imburrato e infarinato (con farina di riso), e far cuocere nel forno precedentemente riscaldato a 180° per 12 minuti.
Togliere dal forno, staccare delicatamente dal foglio di carta da forno e far raffreddare.

Bavarese allo chantilly

Preparare la crema: separare i tuorli dalle chiare, che per questa preparazione non servono, e montarli con lo zucchero.
Nel frattempo far bollire il latte con la stecca di vaniglia aperta. Quando ha preso il bollore, farlo riposare un po' e quindi aggiungerlo al composto di zucchero e uova, mescolando, e mettere il tutto sul fuoco basso basso, sempre mescolando, finché la crema non vela il cucchiaio.
Mettere da parte.
Nel frattempo polverizzare l'agar-agar con un tritatutto, e farlo scaldare in un pentolino insieme ad un po' di latte. Quando si è sciolto, amalgamarlo alla crema.
Far raffreddare il tutto.
Montare la panna a neve ben ferma, ed amalgamarla al composto precedente.
Mettere in frigo.

Composizione
Prendere dei bicchierini (la dimensione dei miei era da vino, e con queste dosi ne ho preparati 14).
Tagliare con un coppapasta di misura adeguata alle verrine dei cerchietti di pan di Spagna (il doppio del numero delle verrine).
Mescolare una paio di tazzine di caffé freddo con un paio di cucchiai di marsala e uno di zucchero.
Per ogni verrina imbibire senza esagerare un dischetto di pan di Spagna nel caffé al marsale, metterlo sul fondo della verrina, versarsarvi sopra un po' di bavarese, fino a raggiungere un terzo del bicchiere, poi un altro dischetto di pan di spagna imbibito, altra bavarese.
Abbattere (wow! o smettiamo di fare la ganza!) in freezer finché diventa un po' consistente.
Nel frattempo preparare lo spiaccichis: in pratica frullare, a freddo, la polpa dei cachi con lo zucchero.
Se ce la volessimo tirare proprio dovremmo aggiungere 2 grammi di agar-agar polverizzato fatti sciogliere a fuoco bassissimo in un paio di cucchiai di acqua, al fine di ottenere una gelée, ma secondo me ci sta benissimo anche il semplice frullato, che in frigo poi si consolida un po' e acquista una consistenza perfetta.
Estrarre le verrine dal freezer, versarvi sopra un cucchiaio di spiaccichis, rimettere in freezer per una mezzoretta, trasferire in frigo e servire, guarnito con i ritagli di pan di Spagna grossolanamente spezzettati.

'Na squisitezza.

Vado a misurarmi la febbre che è meglio.

44 commenti:

  1. Splendidi ... belli da vedere e buoni da mangiare ... e buona guarigione con questi dovresti riprenderti subito ;)
    Un saluto dai viaggiatori golosi...

    RispondiElimina
  2. io ho appena spiaccicato due cachi nel carrello della spesa, ma non è la stessa cosa...

    curati, socia! :-)

    RispondiElimina
  3. Ma che brava! Pensa senza la febbre cosa combini :))

    RispondiElimina
  4. Meno male che fai finta di cucinare... e se facessi sul serio, cosa ti verrebbe fuori????
    Baci
    P.s. Spiaccichis mi piace di più di coulis
    PP.ss. Si legge come coulis con l'accento sulla i? :*

    RispondiElimina
  5. Buone e belle e non dico altro! Da ora in poi sarà "spiaccichis"!

    Un bacio Gaia!

    Buona domenica!

    RispondiElimina
  6. Gaia che golose che sono!!! io non le ho mai fatte mi piace l'idea però della monoporzione nei bicchieri!! e lo spiaccichis è spettacolorare! aspetto i cachi della zia e poi faccio un pò di esperimenti :-)
    grazie per il super consiglio delle farine che di sicuro utilizzerò!!!! baci ELy

    RispondiElimina
  7. ma che bonà!!
    ti invitiamo a partecipare al nostro contest sui muffin!
    dai un occhio a
    http://modemuffins.blogspot.com/2010/11/evereybody-loves-muffins.html
    baci!
    MMM

    RispondiElimina
  8. Che bello da vedere! un tocco di colore per il grigiore là fuori...e poi geniale il neologismo!

    RispondiElimina
  9. Gaia, spero che tu stia meglio adesso... spiaccichis mi piace una cifra!!!! senza i mariti saremmo delle mummie (?) seriose n'est-ce pas?
    Dunque per essere le prime verrine il risultato è splendido! Bella ricetta da scopiazzare. Ma l'agar agar si può sostituire con colla di pesce o la resa è diversa? dubito che qui lo troverei...
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Gaia, ho acquistato l'agar agar...
    se tistresso nei prossimi giorni, sarà tutta colpa tua :-D

    RispondiElimina
  11. @spiaccica spiccica ;-)

    @annalisa senza la febbre combino poco uguale!

    @i viaggi del goloso si si mi sento meglio. in effetti i colori risollevano il morale

    @madama bavareisa in effetti non è la stessa cosa... ma con quei cachi spiaccicati potresti fare un ottimo spiaccichis :-)

    @fantasie si professoressa, si legge con l'accento sulla i finale, spiaccichìs ;-)

    @felix che altro c'è da dire, in effetti?

    @ely qualche caco della zia anche da queste parti?

    @MMM vengo a dare un'occhiata volentierissimo!

    @APRANZOCONBEA bisogna ammettere che il marito a volte è creativo

    @sonia non facciamogli troppi complimenti però a sti mariti, se no si montano il capo.
    si va benissimo anche la colla di pesce, anzi, io con quella faccio di solito le bavaresi. questo è un esperimento

    RispondiElimina
  12. @sonia con quanto ci siamo stressate a vicenda in questi giorni, un po' di agar-agar è un piacere :-))))

    RispondiElimina
  13. spiaccichis? Che buffo 'sto nome! Ad ogni modo queste verrines sono davvero deliziose! Golose ,colorate e...perfette! L'unica cosa è che non ho mai provato l'agar-agar...posso sotituirlo con la comune colla di pesce? Buona guarigione!

    RispondiElimina
  14. che buono lo spiaccichis: lo voglio, lo voglio, lo voglio! l'anonima (?)

    RispondiElimina
  15. @claudia ma è un nome inventato, ovviamente!
    per l'agar-agar, in effetti io la ricetta originale della bavarese ce l'ho proprio con la colla di pesce (con queste dosi io usavo 3 fogli di colla di pesce, però per fare le verrines che non importa che la crema stia in piedi da sola ne userei meno, diciamo 2), e ho sempre usato quella. solo che la colla di pesce consentita per celiaci non si trova facilmente, ce n'è un solo marca, quindi ho voluto sperimentare l'agar-agar per lasciarmi un'altra via d'uscita quando non trovo la colla di pesce che posso usare. e poi mi sembra più salutare, è un'alga invece la colla di pesce è un po' una schifezza. resta il fatto che la colla di pesce è più comoda.

    @anonima quando venite a cena da me, sempre che si riesca ad organizzare entro questa era geologica, e non intervengano altre catastrofi nucleari a boicottare, volevo proprio fare una bavarese, che sono uno dei miei dolci tipici.
    però quella con lo spiaccichis non so se ce la faccio, magari una un po' meno "articolata"

    RispondiElimina
  16. Ah-ah-ah! Divertente tuo marito! Ma a parte gli scherzi, quel bicchierino è goloso davvero,i cachi rendono tutto speciale..
    baci

    RispondiElimina
  17. @giulia in effetti l'idea delle verrines mi è piaciuta molto, già amo la bavarese, ma in un bicchierino accompagnata da ingredienti golosi e colorati fa la sua signora figura!

    RispondiElimina
  18. Ma che bello questo dessert; mi sa che lo provo in versione sicula con una crema ai fichi d'india. Poi ti faccio sapere com'è venuta. Baci e grazie sempre

    RispondiElimina
  19. Gaia sono bellissime!! l'agar agar devo decidermi a comperarlo, è da un anno che dico che lo voglio provare ;-)
    PS beata te che hai tutta questa scorta di ricette, Paola meno ma io arrivo sempre sul filo del rasoio...
    buona giornata!

    RispondiElimina
  20. Non ho mai affrontato il "problema" di preparare una bavarese ma la tua è veramente superba...
    Tanto lavoro per un risultato eccellente...
    Ma quando non hai la febbre coma mai riesci a combinare???
    Chapeau e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  21. noooooooo
    malata pure te!?!?
    mica mi farai lo scherzetto per il 21, vero?!
    Halloween è gia' passato.

    Senti, casomai uno dei 14 vasetti fosse avanzato, mi fai assaggiare lo spiaccichis? Sono molto incuriosita!!
    ;-)

    RispondiElimina
  22. Mi piace molto, in particolare la parola 'spiaccichis' :-) ed il fatto che usi agar agar invece della gelatina animale.

    ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  23. grazie mille per questo bicchierino molto goloso e soprattutto per questa ricettina ottima da proprorre agli amici gluteen free

    RispondiElimina
  24. Complimenti vivissimi per questo blog!L'ho scoperto da pochissimo! Questa ricetta è strepitosa, la farò e poi ti farò sapere...:D
    Io sono una nuova blogger, ho cominciato da poco ma ho già qualche ricettina niente male..
    Se ti va seguimi.
    A presto
    www.federicadp.blogspot.com

    RispondiElimina
  25. Che meraviglia... e le foto! Oltre che celiaca, mamma, insegnante, cuoca, pasticciera, sei anche abilissima fotografa! Cos'altro ci nascondi?!?

    RispondiElimina
  26. Ciao Gaia, mi auguro tu stia meglio adesso... oh, riguardati che domenica ti voglio in forma, eh? ;-)))
    Effettivamente "Coulis di cachi" manco a dirlo è "cacofonico"... meglio lo "spiaccichìs" ;-)
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  27. LOL, spiaccichis fa proprio ridere :D
    Tra l'altro è un po' che mia madre mi propone di fare insieme qualcosa coi cachi, potrebbe essere la nostra ricetta!!
    Un abbraccio
    J.

    RispondiElimina
  28. @elena sai che i fichi d'india non li ho mai assaggiati?

    @linda guarda che secondo me alla fin fine va bene anche la colla di pesce, mica si mangia tutti i giorni ;-) è che io la mia per celiaci non la trovo quasi mai, e mi devo arrangiare!

    @mammazan no no, non l'ho fatta con la febbre, è una ricetta di una settimana fa quando stavo benissimo!

    @gaia è stato un colpo di coda del virus che ha colpito tutta la famiglia, ma fortunatamente poco molesto: stamani ero già tornata al lavoro. non ti preoccupare, domenica ci sarò a tutti i costi!
    per lo spiaccichis, niente da fare: già spazzolato ;-)

    @alessandra lo spiccichìs ormai è entrato nel mio lessico familiare :-)


    @lucy ormai nessuno si libera più dagli amici celiaci, ormai!

    @federica vengo subito a vedere il tuo blog!

    @mimangiolallergia ma figurati! né cuoca, né pasticcera né tnatomeno fotografa! mi arrangio come posso, per questo hobby così divertente.

    @nanninanni non mi perderei l'appuntamento di domenica per nulla al mondo!

    @jasmine prova prova, è proprio buona! e poi sai che figurone quando si propone uno spiaccichìs ;-)

    RispondiElimina
  29. Ciao, un risulytato strepitoso almeno da guardare... peccato non si possa assaggiare!
    Non ho mai provato ne considerato di usare l'agar-agar, però da un pò mi sto convertendo agli "specialisti in cucina" come li chiamo io... son partita dal lievito madre, cresciuto ora dorme in frigo. Ora mi sà che è il turno di provare anche questo, mi intriga!

    RispondiElimina
  30. Ihihihi!! Uno SPIACCICACHIS, nello specifico :>
    Sono belle, belle, belle! Un raggio di colore in questa giornata grigissima.

    RispondiElimina
  31. @tiziana come ho scritto anche ad altri, secondo me se se ne può fare a meno la colla di pesce va benissimo. l'agar-agar, soprattutto quello in fili che ho usato io, è una discreta palla da usare!

    RispondiElimina
  32. @(parentesiculinaria) secondo me il fatto che l'inverno ci proponga dei frutti così colorati è una delle prove dell'esistenza di dio (peccato che io sia atea, ma è un dettaglio irrilevante)

    RispondiElimina
  33. Mi dispiace per la testa.. ma il bicchierino è spettacolare.. un bacio

    RispondiElimina
  34. Gaia sono davvero una squisitezza! mi piace tanto la crema di cachi che hai fatto, mi annoto la ricetta
    ne mangerei almeno due bicchieri...posso? :P

    RispondiElimina
  35. sono moooooooooooooolto invitanti!!!!!
    prima o poi devo provarci anche io invece delle solite torte.. mmm..!!!

    RispondiElimina
  36. @fabiana il mal di testa se n'è andato, per fortuna... ma purtroppo anche le verrine :-)

    @gio la crema di cachi è così stupida che non importa nemmeno annotarla... spiccicare tre cachi... ;-)

    @eres prima di tutto benvenuta sul blog!
    e comunque anche le torte sono una gran cosa, secondo me!

    RispondiElimina
  37. Complimenti, tesoro, per questo dessert sublime da gustare in deliziosi contenitori monoporzione!!! Carissimi auguri per una pronta guarigione e un abbraccio da una fiorentina doc!!

    RispondiElimina
  38. @lady boheme allora avevo capito bene, compaesana!
    grazie per i complimenti, purtroppo il dessert ormai è scomparso...

    RispondiElimina
  39. spero che tu ora stia meglio, che è la cosa più importante. Questi bicchierini sono una meraviglia. Segno soprattutto il pan di spagna che può andar bene per ogni occasione

    RispondiElimina
  40. bellissime! il finale goloso e chic di una cena autunnale.
    ormai starai benissimo,ma ti faccio comunque tanti auguri di buona ripresa

    RispondiElimina
  41. @giulia pignatelli si si sto benissimo!
    il pan di spagna al cioccolato è facilissimo, stessa ricetta di quello normale, sostituendo un po' di farina con il cacao amaro :-)

    @la belle auberge si devo dire che mi ha fatto fare una bella figura. son soddisfazioni!

    RispondiElimina
  42. Non so se mi ripiglio dalle ghignate che mi sto facendo per colpa di sto benedetto spiaccichis!
    :D :D :D

    I bicchierini son bellini bellini, io non ho grande simpatia per i cachi, ma può essere che in uno spiaccichis mi convincano di più!

    RispondiElimina
  43. bellini bellini. i cachi poi li adoro

    RispondiElimina

linkwithin

Related Posts with Thumbnails