domenica 15 gennaio 2012

Rifatte senza glutine: pumpkin (mini)pie gluten free

RIFATTE SENZA GLUTINE”, terza puntata (ulteriori informazioni qui). Siamo proprio contente :-)
Questo mese finalmente un dolce: la Pumpkin pie di ღ Djallen ღ

Ero proprio contenta che ci fosse un dolce... o almeno lo sono stata fino a pochi giorni fa, quando, dopo la maratona natalizia, hanno cominciato ad uscirmi pure dalle orecchie. O come posso fare una torta in questi giorni, che mangerei solo verdure e pane e salame? Anche i bambini non ne vogliono più sapere: "Mamma, per favore non darmi dolci a merenda, voglio un panino con il prosciutto cotto". Insomma, traccheggiavo...
Per fortuna che stasera dovevo andare a una cena. Anzi, non una cena, ma UNA cena, la cena del G.A.S. Perfetto! Melania (una deliziosa G.A.S.ista) mi aveva detto di amare particolarmente la pumpkin pie... che bella coincidenza!
Però era una cena in piedi, la torta non andava bene.
Che fare? Ma delle mini-pie, di quelle un boccone e via. Perfetto.

Sono venute ottime.
Le abbiamo gradite assai.
Grazie ღ Djallen ღ, e grazie Vale, per questa bella idea!

Rispetto alla ricetta originale ho fatto alcune piccole modifiche: ho scelto una brisée all'uovo rispetto a quella semplice (la preferisco) ed ho aggiunto gli amaretti perché avevo paura che il ripieno fosse troppo morbido e volevo creare una barriera fra la farcia e la brisée.

mini pumpkin-pie



Ed ora vai con la ricetta:

Mini pumpkin pie senza glutineIngredienti
(per una trentina di mini-pie)

Per la brisée


  • 250 g di mix per frolle dolci e salate (95 g di farina di riso, 95 g di maizena, 35 g di fecola di patate, 25 g di fumetto di mais) (¶)
  • 3 g di xanthano
  • 125 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di acqua gelata
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzicone di polvere d'arancio
  • 1 stecca piccolina di cannella e i semi di 2 capsule di cardamomo macinati insieme
Per la farcia
  • 900 g di zucca (meglio se del tipo a polpa farinosa, tipo chioggia)
  • 200 g di panna liquida
  • 120 g di zucchero a velo
  • 2 uova
  • 30 g di amaretti
  • 3 cm di zenzero fresco
  • cannella in stecche

Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili.

Procedimento
Preparare la frolla salata: tagliare il burro a tocchetti, e mescolarlo con la punta delle dita alla farina, il pizzico di sale e le spezie tritate nel mixer, fino ad ottenere un briciolame fine.

Aggiungere l'uovo, il cucchiaio d'acqua e mescolare velocemente, compattando.

Mettere in frigo avvolta nella pellicola per una mezzoretta.

Preparare la farcia: mettere la zucca in forno tagliata in pezzi e ripulita dei semi e dei filamenti, ma con la buccia e farla cuocere (temperatura 180°)una mezz'ora buona, anche di più, e comunque finché la polpa non è morbida.

Togliere dal forno, prelevare la polpa della zucca con un cucchiaio e passarla con un passaverdura. Metterla ad asciugare in una padella per qualche minuto. Aspettare che raffreddi.
Aggiungere alla zucca lo zucchero a velo, le uova e la panna liquida, lo zenzero grattugiato, e la cannella tritata (un cucchiaio).

Nel frattempo stendere la brisée ad un'altezza di 3 mm circa, ricavare dei cerchi con un coppapasta e rivestire con i cerchi le cavità dello stampo da mini-pie.
Nel frattempo sbriciolare grossolanamente gli amaretti.

Mettere in ogni tartelletta un cucchiaino di amaretti, e un bel cucchiaio di impasto, a riempirla bene.

Infornare nel forno preriscaldato a 190° a metà altezza e far cuocere per una mezzoretta.

Togliere dal forno e servire fredde.

Ed ecco il gruppo delle "fondatrici" delle "Rifatte senza glutine":
E per il prossimo appuntamento, il 15 febbraio, ci sposteremo a casa di Anna, di Ai fornelli con la celiachia, a gustarci un piatto di pesce: totani ripieni su letto di fagioli.

36 commenti:

  1. che bellezza anche piccoline!! :-) bravissime tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie cara! mi fa piacere che apprezzi il nostro lavoro di sensibilizzazione

      Elimina
  2. gaia anche io le ho fatte in versione mini :-)

    vado ad aggiornare il post

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buffo! abbiamo anche praticamente lo stesso titolo :-)

      Elimina
  3. Bellissime piccole, mi hai dato un'idea per un buffèt che avrò a giorni...e ho di nuovo voglia di mangiarmi la pumpkin... :D Grazie Jé

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ultimamente io faccio spesso la versione mini di crostate, pie e simili, mi sembrano più comode

      Elimina
  4. Ma che belle che sono così piccoline, un po' di lavoro in più ma ne vale la pena davvero!

    Bravissima come sempre... ma da te non mi aspetto altro :)

    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, il lavoro è maggiore ma non di tanto poi, e sono così comode da mangiare... finiscono come le ciliegie

      Elimina
  5. Ottima idea quella di fare le mini-pie, non ci avrei mai pensato.
    Ma ho visto che siete in tante ad averci pensato.
    Allora, una e via anche per me!!!

    RispondiElimina
  6. l'idea delle miniporzioni è davvero perfetta, anche perchè visto quanto è particolare questo dolce le miniporzioni diventano più invitanti!Gli amaretti ci stanno sicuramente benissimo anche perchè con la cannella si sposano alla perfezione!bravissima Gaia, comunque quando prepari pane e salame chiamaci!!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. amaretti e zucca è un abbinamento molto usato ad esempio a mantova (i mitici tortelli...), mi è sembrato che potesse essere un'idea felice.
      e in effetti è stato così

      Elimina
  7. hi hi hi anche da me minicrostatine :)) ma quanto mi sono piaciute! brava cara e buona domenica :XX

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'idea delle mini-crostate ha spopolato, vedo!
      buona domenica anche a te!

      Elimina
  8. La tua versione mi pare perfettamente azzeccata! Avrei dovuto farmi convincere dai miei dubbi e aggiungere l'uovo alla brisè come faccio sempre. Anche agli amaretti avevo pensato, ma non li ho messi... e infine le monoporzioni... Insomma se non siamo in sintonia noi! Ah, quanto mi pesa questa enorme lontananza! :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lontananza enormissima, purtroppo. io poi non prendo l'aereo, e anche sulla nave ho grosse perplessità. insomma, quando verrò a trovarti ti toccherà di subirmi per un'eternità: se vengo in sicilia in macchina o a dorso di mulo, vorrai mica che resti per meno di sei mesi ;-)

      Elimina
  9. Le mini pies sono state una felicissima convergenza evolutiva in questa rete di RSG! Mi garba questa tua brisè all'uovo, perchè personalmente avrei preferito una frolla, ma la brisè all'uovo ci si avvicina abbastanza.
    Buona domenica e alla prossima!
    PS per il pane e salame possiamo fare anche una versione pane e soppressa e magari un bel vinello??? basta dire dove e quando ;-)
    Baci Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è vero, mi piace la tua definizione. la frolla l'avevo già usata per la pumpkin-pie ma l'effetto globale era troppo dolce, alla fine stuccava. si si pane e soppressa, bisogna incontrarci presto!

      Elimina
  10. Sempre piú piccole, sono ancora piú mini delle mie!!! Tenerissime!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche tu mini? ma è stata un'epidemia, questa!

      Elimina
  11. Che belle. Bisogna che le faccia anche io (è che quando compro la zucca mi piace così tanto nel salato che ne faccio fuori mezza prima che me ne resti per il dolce!).
    Una domanda: ma gli amaretti sono sempre sgluto?! (perché mi pareva che questa estate ce lo fossimo chiesti con BibCan).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che comunque volevo farne una versione salata salsiccia e pecorino anch'io?
      gli amaretti in teoria sono senza glutine (farina di mandorle + albumi + zucchero) ma è assai difficile trovarli garantiti perché c'è la questione delle contaminazioni: essendo biscotti dove li fanno c'è sempre anche la farina, e quindi arrivederci e grazie. ultimamente ne ho trovato un tipo (piaceri mediterranei è la marca) che sono garantiti senza glutine

      Elimina
    2. OK, allora era quello che sapevamo noi (ce ne era una marca garantita al discount, pensa tu!): mi era venuto il dubbio perché ho visto che non li avevi marcati come 'a rischio'. Anche io quella salata la faccio con il pecorino, però senza salsiccia (in compenso con castagne o amaretti a compensare il pecorino di solito abbastanza saporito). Anzi, quasi quasi questa settimana mi attrezzo!

      Elimina
  12. golosissime anche le tue mini pumpkin Pie sarà effetto feste? ma chissà?? ^^ veramente buone..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si è l'effetto feste, in queste vacanze ho sfornato mini-tutto che era un piacere... a partire dai cioccolatini!

      Elimina
  13. Che belle le tue miniporzioni, bravissima

    RispondiElimina
  14. La versione mini è davvero molto graziosa :) Un bacio e buona domenica! Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si sono molto belline. ho fatto anche delle tartellette allungate, belline pure quelle, ma quando ho fatto la foto ieri sera erano ancora in forno :-)

      Elimina
  15. E tu lo sai quanto io ami le tue foto...non ti smentisci mai!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu sei troppo buona, questa non era un granché, e ultimamente non sono più così ispirata...

      Elimina
  16. Son proprio tanto belline!!! A me sta venendo voglia di rifarla, l'ho trovata deliziosa!

    Un bacione Gaia :)

    RispondiElimina
  17. si tanto anche se mini una tira l'altra e si finisce lo stesso per mangiarle tutte, bravissima, baci

    RispondiElimina
  18. Grazie per avermi avvertita, ora avrò "l'occhio" ed andrò a documentarmi per non fare danni :-) Comunque questa torta è stata una piacevole scoperta. La versione tortina è sempre d'effetto, ciao :-)

    RispondiElimina
  19. Geniale. Adoro la zucca e nei dolci ancora di piu'. Grazie per l'idea e la ricetta. Non vedo l'ora di provarla.

    RispondiElimina
  20. Ma che idea, gli amaretti! Ripensando alle sensazioni provate ai primi morsi credo proprio che la tua scelta di contrastare la cremosità della zucca con qualcosa di croccante e deciso come gli amaretti ci stesse proprio. Sei stata in gamba, come sempre. Un bacio

    RispondiElimina

linkwithin

Related Posts with Thumbnails