martedì 20 settembre 2011

Macedonia con syllabub al Marsala per un MTC

macedonia by mammadaiaQuesto mese, la sfida dell'MTC ci propone un grande classico. Semplice, ma difficile, se sfida dev'essere.

La macedonia, per me, è un cibo molto familiare. Come dicono i moderni? Comfort-food? Ecco, per noi è così. Mi è sempre piaciuta, ed ha visto molti abiti, nella mia vita.
Quando appena andata via di casa mi sembrava di fare una gran cosa ad accompagnarla con una crema pasticcera liquida liquida, quasi una crema inglese (ma l'idea era azzeccata), poi, nell'unico periodo Sex and the City della mia vita, la proponevo in quantità industriali e affogata in qualche alcolico in feste molto etiliche (ti ricordi Grazia quando non sapendo dove mettere il contenitore in frigo, ricolmo com'era di bottiglie, decidemmo di trasbordarla dritta dritta dentro il cestello della verdura, e lì venne tenuta in fresco per tutta la festa, con la gente che si serviva direttamente dal frigo? )
Da quando ci sono i bambini, è uno dei pochi modi per propinare loro la frutta fresca, con molto zucchero e poco limone, spesso mono-tipo, come le mitiche pesche con lo zucchero della nonna Linda, o le arance con lo zucchero della nonna Mirella. Anche nelle feste di compleanno della prole non manca quasi mai. O a una cena, accompagnata con frutta secca e magari una qualche cremina.

Insomma, qui la macedonia piace parecchio. Ma in versioni molto domestiche, poco sfida, insomma, mica vi posso proporre le pesce con lo zucchero (che poi trasgredirebbero pure la regola almeno-tre-tipi-di-frutta)!

La versione che propone Fabiana sul suo blog artistico Tagli e intagli, motivando la scelta, è bellissima.

Lei è una cesellatrice, e con quella frutta è riuscita a fare un vero quadro.
Io non sono capace, e ho pensato a un modo di raccogliere il guanto che fosse consono alla mia natura di imbranata manuale. Se intagli non devono essere, perché non fare dei cestini di cialda come contenitori, che era tanto che volevo provarli?

E come accompagnamento?

Anche questo mi stuzzicava da un bel po', questo syllabub che è l'ingrediente principale del trifle, l'antesignano della mia amatissima zuppa inglese.
Quindi, bando alle ciance!
Coppette di cialda con macedonia e syllabub al marsala, questo sarà.

Ne approfitto per ringraziare Roberta di Conosco i miei polli per la ricetta delle coppette, di cui ho modificato lievemente le dosi, soprattutto diminuendo il burro.

Per quanto riguarda syllabub e trifle, le indicazioni le ho prese da un libretto distribuito insieme alla Cucina Italiana nel 1995 (!!!), dal titolo eloquente Dolci idee per un anno.

Con questa ricetta partecipo quindi alla sfida di settembre 2011 dell'MT Challenge!

MTC di settembre 2011

Macedonia con syllabub al Marsala

Ingredienti
Per il syllabub
  • 250 g di panna da montare (¶)
  • 1 limone
  • 70 di zucchero semolato
  • 100 g di marsala
Per le coppette di cialda
  • 150 g di farina senza glutine (50 g di farina di riso, 50 g di maizena, 50 g di fecola di patate) (¶)
  • 120 g di zucchero
  • 80 g di burro
  • 3 albumi
  • semi di mezza bacca di vaniglia
Per la macedonia e la finitura
  • 1 melone piccolo
  • 2 pere Williams
  • 1 grappolo d'uva bianca
  • 2 kiwi
  • 4 pesche
  • 1 banana
  • 6 prugne viola
  • 6 susine gialle
  • tre cucchiai di zucchero
  • succo di un limone
  • amaretti (¶)
Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo (¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili.

Preparazione

La sera prima preparare il syllabub:
mescolare in una ciotola il succo di limone, lo zucchero e il marsala.
Aggiungere la panna da montare, mescolare per far incorporare e quindi montare a lungo il tutto con le fruste.
Quando la panna è molto gonfia e morbida, smettere.
Mettere in un setaccio e lasciare una notte intera al fresco per far sgocciolare il siero.

Per le coppette di cialda cedo la parola a Roberta:
Mescolare gli albumi con lo zucchero, i semini di vaniglia e quindi aggiungere la farina e mescolare finché non è omogeneo. A questo punto incorporare il burro fuso e poi lasciar riposare una decina di minuti in frigo.
Disporre a cucchiaiate il composto su una placca da forno imburrata e infarinata (io, con carta forno), ad ottenere dei dischi di una decina di cm di diametro, e cuocere in forno a 180° finché i bordi non sono ben dorati.
A questo punto, estrarre dal forno, e finché sono morbide dar loro la forma con le mani, attorno a delle ciotoline di vetro.
Voi che sapete quanto sia esperta in queste prodezze manuali che mi danno il tormento negli MTC (come dimenticare gli involtini di verza e il soufflé glacé), potrete facilmente immaginare come mi sia risultata facile la procedura ;-).
In quella della foto, che è una delle migliori, si intravede dietro una lingua lunghissima manco avesse lo strascico ;-)
Comunque ci sono piaciute molto, ho capito dove ho sbagliato (troppo impasto, e all'inizio avevo usato un silkpat invece che la carta forno), la prossima volta verranno più precise...

Comunque erano ottime, e mia figlia si è portata quelle avanzate come merenda a scuola il giorno dopo.

La macedonia è quella di sempre:
ho pulito, sbucciato e tagliato la frutta a tocchetti, l'ho messa in una ciotola capiente con tre cucchiai di zucchero e il succo di un limone, e l'ho lasciata riposare al fresco.

Al momento di servire il dolce, ho disposto in ogni piatto una coppetta di cialda, l'ho riempita di macedonia e ci ho messo sopra un abbondante cucchiaiata di syllabub.

Per completare il tutto, una spolverata di amaretti grossolanamente tritati, che ci stanno sempre bene.

A noi è piaciuta molto. Mi raccomando, seguite il suggerimento per il syllabub, di farlo scolare per una notte, io inizialmente non l'avevo fatto e mi è venuto fuori tutto il siero, invece il giorno dopo era perfetto, sia come sapore, più delicato, che come consistenza.

Questo syllabub mi sembra un'ottima alternativa alla semplice panna montata, da rivendere in vari contesti, e ne farò parecchio uso, per coccolosi dessert.

Editing della sera: girellando di blog in blog, mi sono imbattuta nella ricetta delle lingue di gatto di Lady Boheme, che in realtà è una ricetta dell'Artusi, che mi ha confermato il sospetto che avevo avuto assaggiando le coppette: "Ma questo è l'impasto delle lingue di gatto!" ho detto ai bambini. Ecco, a leggere la ricetta della Lady, è proprio così. Niente, sapete che son filologica, ci tenevo a precisarlo...

35 commenti:

  1. Ignorantissima sono! E chi lo conosceva prima il syllabub! Pensavo avessi trovato qualche frutto misterioso :)) Sono bellissimi quei cestini, mi piace l'idea del contenitore commestibile ^__^
    Quand'ero piccola la macedonia d'estate non mancava mai. Non perchè non mangiassi frutta altrimenti, ma perchè così non avevamo troppo l'imbarazzo della scelta...c'era già tutto :D! Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  2. Il tuo piatto va decisamente oltre la definizione di interessante e sposa quella di "assolutamente desiderabile"!!
    Il syllabub.....ricordi estremi almeno per me!...i tuoi ricordi invece ...etilici....esagerati, ti prego, non immagini con chi parli, cavoli mi vuoi invitare alle tue feste????
    Ti assicuro che assaggerai e vedrai cose mai viste!!!

    RispondiElimina
  3. ma è bellissima e senza dubbio buonissima.

    RispondiElimina
  4. mi ricordi nigella, lei ed il syllabub sono una cosa sola. giuro, mi manca all'assaggio... proverò! ciao gaia :)

    RispondiElimina
  5. Sei sempre originale e realizzi piatti che poi riesci a fotografare rendendo al meglio anche il sapore, oltre che il look!! Che dirti? come sempre BRAVA!
    Buona serata
    Dani

    RispondiElimina
  6. io non so se intenerirmi di più per il syllabub o per la vaschetta delle verdure, ripiena di macedonia alcoolica... meno male che ci ha già pensato Fabiana, alle precisazioni, per cui a me nn resta che accodarmi, proponendo magari una vasca intera... e non ti preoccupare del regolamento, perchè io alla frutta sono allergica e mi accontento dello sciroppo alcolico :-)
    scherzi a parte, è bellissima: divertente, "pensata", armoniosa, buona-buona, insomma...
    Un bacione
    ale

    RispondiElimina
  7. ma che bella coppetta fresca! :-) brava! io ormai non trovo più tempo nemmeno per andare a leggerli i contest e le raccolte, sigh!

    RispondiElimina
  8. syllabub? io sono un altro ignorante!
    cmq ottima la macedonia con la cremina :D
    buona settimana

    RispondiElimina
  9. @federica sono anni che leggo la ricetta di questo syllabub sul librino di cui sopra, mi incuriosiva ma poi non c'era mai l'occasione. adesso è arrivata :-)

    @fabiana guarda fabiana, come ho scritto sopra il periodo sex and the city è stata una parentesi, intensa ma molto breve.

    risale ormai a quindici anni fa, ma soprattutto a quasi 20kg fa ;-)
    adesso sono solo una tranquillissima madre di famiglia :-))))

    @franca buona era buona, non mi lamento!

    @babs in effetti ho fatto una ricerca in rete sul syllabub, e mi sono imbattuta subito in quelli di nigella. però lei non suggerisce il riposo in frigo, e invece per la mia esperienza è fondamentale

    @daniela via su daniela una provetta cuoca e pasticcera come te, non mi dirà che una macedonia in una coppetta di cialda è originale... dopo quello che ho visto fatto da te! a maggior ragione mi fa molto piacere il complimento, sei sempre veramente gentile

    @alessandra guarda la vaschetta è entrata ormai nel lessico familiare, mio e di questa amica grazia, che quando ci rivediamo la nominiamo sempre. troppo divertente... una festa... indimenticabile... se non fosse che prima ancora dell'inizio io ero già così nei fumi dell'alcool, che non ricordo quasi niente ;-)
    gioventù gioventù...

    RispondiElimina
  10. @merendasinoira un fine pasto perfetto, si!
    riguardo ai contest, io non partecipo quasi mai, solo a quelli degli "amici" (e anche in questi qualche volta ho toppato) e questo, che mi dispiacerebbe troppo mollare perché alla fine è un appuntamento molto divertente e ridanciano.
    non ce la farei a seguirne altri, anche se sono carini...

    @gio sai quante cose non conosco io di cucina? mi era capitata sott'occhio, e aveva colpito la mia fantasia, forse per il nome, o perché l'accostamento panna alcool mi pareva particolare. in effetto lo è

    RispondiElimina
  11. E' davvero difficile interpretare la macedonia... soprattutto in questo periodo visto che la frutta colorata comincia a scarseggiare.
    Mi piace molto la tua interpretazione.
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  12. @ilaria beh, no, dai, difficile no, semmai si rischia di non tirare fuori niente di particolarmente originale, ma anche così in purezza, secondo me la macedonia è una gran cosa!

    RispondiElimina
  13. E invece il mio periodo sex and the city sta cominciando adesso con ettolitri di mojito che non reggo... dici che se ci metto su questa macedonia strepitosa (e non tanto per la frutta, che invece io non amo tanto, ma così sì), quanto per quella cialda goduriosa e per quel sillabus... io che amo Nigella non posso che adorarlo!

    RispondiElimina
  14. E si vede la tua esperienza, la tua proposta raffinata ne è un grande esempio.
    Interessante l'idea della coppetta di cialda, dà il tocco finale al tutto.
    Bellissima foto, io lo strascico della cialda non lo vedo :D

    RispondiElimina
  15. Molto originale questa macedonia con questo, per me, sconosciuto syllabub...cmq mettere la macedonia direttamente nel cassetto della verdura è veramente un'idea geniale, secondo me se la presentavi avevi sicuro la vittoria dell'MTC in pugno!Bacioni!

    RispondiElimina
  16. Slurp, questa macedonia e bellissima, dalla coppetta in su'! Bravissima davvero!

    Ciao
    A.

    RispondiElimina
  17. Una semplice macedonia con la tua grazia e fantasia è diventata un golosissimo capolavoro da copertina! Bravissima :)

    RispondiElimina
  18. Ma che brava che sei, mi piace la tua macedonia. Questa parte movimentata della tua vita l'avevi celata. Addirittura bere dal cestello della frutta del frigo, wow! un proverbio siciliano dice: Acqua cheta t'ha scantari! Ti si addice :)))

    RispondiElimina
  19. @fantasie a tutti tocca nella vita un periodo sex-and-the-city, secondo me. e cmq il mojito è buonissimo!!!!

    @anna lo strascico è dietro, se avessi messo l'altra foto, in cui era davanti, l'avresti notato eccome :-)

    @Ka' sai che forse hai ragione? quasi quasi partecipo con un'altra macedonia... la macedonia nel cassetto :-))))))

    @alessandra era buona. la coppetta da ripetere assolutamente, anche per altri dolci

    @sar@ "la mia grazia" è una cosa che non mi aveva mai detto nessuno, cialtrona come sono! è un complimento bellissimo, che mi terrò caro... grazie!

    @elena ma è stato giusto un periodo. durato pochissimo. poi ho rimesso subito la testa a posto... qui se legge il marito finisce che mi si preoccupa ;-)

    RispondiElimina
  20. Cara Gaia, quel syllabub mi ha stesa, letteralmente, così come mi ha divertita moltissimo la macedonia-sangria tenuta nel cesto delle verdure in frigo, che racconta la familiarità e la voglia di divertirsi di un gruppo di amici.

    Ma torniamo alla macedonia: finalmente qualcuna che non dice di odiarla, e che la propone in versione dessert molto raffinata, con tanto di syllabub per l'appunto!!! :-9

    RispondiElimina
  21. Syllabub che?...Bellissima macedonia e presentazione, bravissima.
    Il mio comfort-food sono le patatine fritte...vergogna...Un bacione!

    RispondiElimina
  22. Una fantastica e incantevole delizia!!! Bravissima cara, un forte abbraccio

    RispondiElimina
  23. Per la macedonia, lo ammetto, sono una purista. Mi piace di frutta. E punto. Ciò non toglie che so pensare a diversi usi, più o meno accompagnati da alcool, anche di syllabub e cialdine (anche perché, come sai, secondo me gonfiaggine o è mai o è sempre, e il mio periodo alcoolico non è mai finito perché non si è mai accorto di essere un periodo...!)

    RispondiElimina
  24. ho già scritto la ricetta del syllabub, che sembra il nome di un piccolo daino africano O_O !!

    RispondiElimina
  25. oh ma che meraviglia!!! qui si mangia anche la coppetta giusto per non sprecare nulla! questa me la segno e la preparo prima di subito!!!!! un bacione cara Gaia!

    RispondiElimina
  26. trovo ottimo l'abbinamento macedonia -syllabub. Condivido l'amore per la macedonia, per la frutta in generale. Dovendo omettere il syllabub potrei provarci con uno zabaione leggerissimo che dici??? Prima che la frutta invernale prenda pieno possesso dei banchi al mercato...
    Un abbraccio ai cuccioli

    RispondiElimina
  27. syllabub...mai sentito..vado dietro alla lavagna....devo informarmi, chissà che sapore ha....bellissima quella coppetta, molto raffinata, un abbraccio Gaia...

    RispondiElimina
  28. Syllabub....o Gaia ma sei un genio !! Io ci nuoterei in quella cremina.....Resto a bocca aperta per la bellissima cialda !! Bacioni..

    RispondiElimina
  29. ooooh ma che magia di dessert ...

    RispondiElimina
  30. ops dimenticavo di dirti che per me è un onore che le cialde di abbiano fatto fare bella figura!!!

    RispondiElimina
  31. anche a noi la macedonia piace parecchio e a me, in particolare, ricorda l'infanzia, la nonna e la campagna, quando la macedonia era un'esigenza più che un piatto vero e proprio...
    baci

    ci sentiamo?

    RispondiElimina
  32. La macedonia per me, invece (come scrivevo nel mio commento all'ultimo post), ha sempre avuto un'aria un po' triste, punitiva, nel migliore dei casi il ruolo di surrogato.
    Ma così presentata, con questa bella operazione di trucco e parrucco, ti dirò...
    Potrebbe far parte del menu del nostro incontro?
    Saluti!

    RispondiElimina
  33. @mapi ma io questa cosa non la capisco: come si fa a odiare la macedonia?

    @anna lisa macché, guarda che era una cosa veramente veloce!

    @tinny guarda che piacciono tanto anche a me! anzi, stasera cena trash-food in versione non trash: hamburger (con carne buonissima del mio macellaio preferito) e patatine fritte (ma non del banco frigo, fatte da me, con le patate rosse che sono le migliori)

    @lady boheme grazie cara!

    @povna io sono sempre meno purista, pur apprezzando tantissimo le cose puriste. e poi questo è quasi un classico. per l'etilico, io sono diventata poco etilica con gli anni, ma passerà anche tutta questa sobrietà, prima o poi

    @dauly mi piace il piccolo daino africano, è proprio azzeccato!

    @ely non tanto per non sprecar nulla, quando perché siamo golosi :-)))

    @fabipasticcio secondo me lo zabajone è perfetto, ti confesso che ero indecisa fra i due

    @chiara ma come sei grulla chiara! è una cosa facilissima!

    @glu-fri buono e veloce. cosa desiderare di più? (c'è sempre quel problemino delle calorie, ma facciamo finta di niente...)

    @roberta ma soprattutto sono stata fortunata io a ricordarmi della tua ricetta, anche se erano mesi che ogni tanto pensavo di sperimentarla!

    @gaia siiiiiiiiiiiiiiiiiii! sentiamoci!

    @duck perfetto per il nostro incontro, è anche (quasi) light

    RispondiElimina
  34. ma il mio purismo è solo settoriale, e soprattutto con la frutta (e, a suo modo, con la verdura): con l'eccezione dell'ananas, per me frutta è frutta, e se la faccio per me sola, come preferisco, su macedonia, fragole, frutti di bosco non metto nemmeno lo zucchero!

    sull'alcool, speriamo, ché certo svegliarsi al mattino con il latte freddo può essere pesante, ma la notte ride...!

    RispondiElimina

linkwithin

Related Posts with Thumbnails