venerdì 4 maggio 2012

Baci, baci, baci, baci (ma senza glutine)


È un po' che non scrivo, per il 1 maggio siamo stati via e quindi ho dovuto tralasciare il blog. Che poi ogni tanto fa pure bene, un po' di disintossicazione.
Ultimamente sto cercando di disintossicarmi dalla tecnologia, ho mollato Facebook e cerco di stare meno al computer. Sembra una banalità, ma alla fine ci si passa un sacco di tempo che invece si può utilizzare in modo meno solipsistico altrimenti, o almeno per me è così.
Però devo ammettere che non avere più Facebook comporta alcuni piccoli ma significativi cambiamenti.
Non ci si pensa, come a tutte le cose che fanno parte del quotidiano, ma è veramente diventato uno strumento di comunicazione veloce per tutti, che ti serve a sapere le ultime novità dell'amica lontana, a fissare per una cena e a parlare di tutto, dalle cose serie alle (moltissime) scempiaggini. Che poi non è che il cazzeggio sia per forza negativo, anzi!, solo che a volte porta via più tempo del dovuto. Insomma, mi sento un po' fuori dal mondo, ma anche questo è un buon esercizio.

È un po' come smettere di fumare (l'anno scorso) o mettersi a dieta (shhhhhhhhhhhhhh....), sono quelle cose che vanno fatte ma che costano una notevole fatica e soprattutto una ridefinizione delle proprie modalità di relazione e in fondo di vita. Lo so lo so che vi sembrerà eccessivo dire tutto questo per FB o per una sigaretta, ma nella realtà è così. Cambiare i piccoli gesti che si ripetono con continuità non dico che costa (sarebbe troppo) ma ci se ne accorge.

Adesso lo trovo però veramente necessario, con una figlia sulla soglia dell'adolescenza: come farò a dirle di darsi una regolata, se lei già adesso nota che noi adulti ci concediamo molto più tempo tecnologico di quanti ammettiamo per loro?
O non si dice che più della ramanzina, con i figli, poté l'esempio?

La ricetta che vi propongo oggi viene dalla Raravis, ma anche Stefania ne aveva fatta una splendida interpretazione. Mi ero anzi ripromessa di partecipare al Recipe-tionist di aprile, che aveva per protagonista Stefania, ma sono arrivata tardi. Vabbè, la ricetta ve la propongo lo stesso, sono squisiti, manco a dirlo la pargola buongustaia ne va matta, e quando li ho fatti per una cena in piedi hanno riscosso un successono, al punto che vorrei rifarli per la cena di fine elementari di mia figlia.


Baci di dama salati al pesto
(da una ricetta della Raravis, sglutinata da Stefania)

Ingredienti
(per una quarantina di baci di dama)
    • 100 g di burro freddo
    • 100 g di farina di mandorle nocciole (¶)
    • 100 g di farina di riso (¶)
    • 70 g di parmigiano reggiano
    • un tappo di brandy
    • un tappo di acqua minerale (perchè le farine senza glutine assorbono più liquidi, ma potete sostituirlo con un altro tappo di brandy)
    • una presa di sale
    Per la farcia
    •  250 g di formaggio spalmabile  (¶)
    • 2 o 3 cucchiai di pesto (¶)
    Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo(¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili.

      Preparazione
      Per la ricetta lascio la parola a Stefania

      Mettere tutto nel mixer, fino a quando la pasta non forma delle briciole, poi trasferite sulla spianatoia e lavorate velocemente a mano, ma poco, perché è come la frolla, vuole poco calore umano.... 
      Quindi formate delle palline e adagiate su una placca da forno foderata con carta forno e mettete a riposare in frigo. 
      Dopo una mezz'ora potete metterlo a cuocere in forno a 150 gradi e fate cuocere per 15- 17 minuti max: dovete tirarli fuori quando sono appena appena compatti e non preoccupatevi se si sbriciolano, a toccarli. Al contatto con l'aria, si induriranno, senza per questo perdere nulla della loro fragranza.

      Quando si sono raffreddati, li ho farciti con una crema preparata con Philadelphia e pesto (meglio se hand-made, ma alla bisogna anche industriale) 
      La Raravis afferma che reggono bene anche da farciti: potete prepararli comodamente anche 3 o 4 ore prima di servirli, senza bisogno di tenerli in frigo. Confermo, per il buffet che avevo preparato ho fatto proprio così.  
      Ve li consiglio caldamente, sono veramente buoni 

      44 commenti:

      1. Un po' di "disintossicazione" blogghifera farebbe bene anche a me, mi sto di nuovo lasciando prendere la mano! Non posso fare il confronto con lo smettere di fumare perchè fortunatamente non fumo ma...l'è dura! Non tanto riorgazizzare la giornata, di cose da fare ce ne sarebbero altre 1000 specie con la bella stagione (se arriva!), quanto distogliere la testa dal chiodo fisso! Sfiziosa questa versione salata dei baci, tira anche più di quella dolce :D! Un bacione, buon fine settimana

        RispondiElimina
      2. Anche io ho abbandonato FB. Più di due anni fa. Ci avevo beccato il mio ex-marito con le mani nella marmellata. Tipico.
        Invece tenere un blog di cucina è tutt'altro. C'è la passione. La meraviglia nella scoperta di nuove ricette. C'è la condivisione di un'arte.
        E questi baci devono essere buonissimi. Proverò la tua versione e magari azzarderò anche qualche altra farcia. Un abbraccio.

        RispondiElimina
      3. Ma che belli! Le nostre tavole sono sempre più ricche e sempre più belle. Complimenti per il buffet che, intravedo dalla foto, sembra ricco e colorato.
        Hai ragione sulla facebook dipendenza; anche io sto facendo una sorta di disintossicazione dai mass-media. Da circa 3 settimane non abbiamo più Sky. Io e mio marito ci mettiamo davanti la tv solo dopo cena, ma ormai era consuetudine rimanere fino a notte tarda a guardare qualsiasi programma, non importava quale. Era diventata una droga. Ecco perchè ho deciso di farlo saltare: basta! A parte l'astinenza terribile della prima settimana siamo felicissimi di averlo fatto. Dato che spesso in tv non danno nulla di interessante, abbiamo più tempo per parlare, per ascoltare musica, per ridere insieme dei programmi demenziali che danno. Bisogna purificarsi ogni tanto.
        Sai che questi baci non li ho mai fatti? Rimedio subito!

        RispondiElimina
      4. Sono bellissimi e sicuramente squisiti ...
        Un saluto dai viaggiatori golosi ...

        RispondiElimina
      5. Che spettacolo Gaia!!! Devo decidermi a farli anche io :)! Devono essere super mega buoni!!! E li hai fatti perfetti!!!
        Un bacino grande e buona giornata!

        RispondiElimina
      6. che buoni! mi erano sfuggiti, davvero sfiziosi!
        per l'esempio hai ragione, con dei figli adolescenti ci si deve pensare e per il tempo perso hai pienamente ragione. Ciao! :-)
        Francesca

        RispondiElimina
      7. E io seguirò vivamente il tuo consiglio perché mi fido ciecamente di te ;)
        Ottima idea per i numerosi compleanni che incombono, ne ho uno al mese da maggio ad agosto con un raddoppio a giugno e agosto!
        In quanto alle tue riflessioni sulla disintossicazione mi trovo perfettamente d'accordo su tutto. Ecco perché quando parto, fosse anche per 2 giorni o per 3 settimane, il PC resta a casa ;)
        Un abbraccio

        RispondiElimina
      8. e io che pensavo fossero dolci! ma li preferisco di gran lunga salati..sono proprio una genialata!! ti seguo sempre di + per via della mia momentanea astensione dal glutine e mi si sta aprendo un mondo!

        RispondiElimina
      9. oooohhhh mi servono per la prima comunione di Chiara. Me ne mandi un vassoio?????
        Buon week-end

        RispondiElimina
      10. Questa me la copio proprio così come l'hai scritta, bellissima, bellissima, bellissima idea! :)

        RispondiElimina
      11. Li voglio tutti io questi bacetti!!!

        Sono bellissimi e immagino che uno tiri l'altro! ;-)

        Ciaoooo!

        RispondiElimina
      12. Beh, con me sfondi una porta aperta...odio Facebook :-) mi sembra una scorciatoia alla voglia di tenere rapporti veri...ma è solo il mio pensiero, poi ovviamente ha anche tanti lati positivi :-)

        Questi baci di dama sono da tempo entrati in casa mia, so quanto siano buoni...

        RispondiElimina
      13. l'idea dei baci salati mi sconfinfera assai... i tuoi sono perfetti e devono essere una vera bontà (un assaggino???).
        Quanto a FB pensa che proprio per il fatto che so già che mi porterebbe via troppo tempo (per discernere scempiaggini e cose serie bisogna pur sempre leggere tutto, no???) io neanche sono iscritta! La tecnologia la adoro... ma più d'inverno; in questa stagione la mia priorità è quella di stare all'aria aperta a coltivare pomodori! Un abbraccio

        RispondiElimina
      14. Uuuuhhh, che meraviglia!! Sono spesso alla ricerca di finger food sfiziosi, ma..."de sostanza". Qui poi c'e' la garanzia tua, della Raravis e della Olivieri, cosa si puo' chiedere di piu'? Mi sono gia' cimentata in ricette con farine gluten-free, ma mai salate: e' ora e tempo!! Anche se questo significa che mi devo macinare il riso...Un abbraccio e buon WE.

        RispondiElimina
      15. @federica sai che l'abbandono di FB invece ha giovato al blog? sarà un caso, ma lo scorso mese ho pubblicato più post del solito. in ogni caso, disintossicarsi da qualcosa che stava prendendo piede in modo incontrollato fa sempre bene, per quanto possa costare

        @emanuela io penso che se le cose devono accadere accadano. ma questo non toglie che non si debba farsi condizionare (troppo) la vita dalla tecnologia.
        i baci di dama salati sono buoni anche con altre farce: al salmone, alle aringhe affumicate, al formaggi erborinati... praticamente con tutto :-)

        @elena questi baci sono veramente buoni e di effetto, per un buffet un po' elegante (ma anche per un buffet normale, a dire il vero!)
        noi la TV non la guardiamo (io e mio marito siamo più che altro internet addicted, se proprio si deve trovare qualcosa) ma sky ogni tanto mi attirerebbe, per la ricchezza di contenuti, in particolare film. però ti capisco eccome!

        @i viaggi del goloso e un saluto anche a voi viaggiatori!

        @ema-arricciaspiccia certo che devi farli anche tu, che sei così brava! ti verrebbero benissimo (se sono venuti bene a me...) e chissà cosa sapresti inventare per la farcia!

        @acquolina lasciamo perdere il discorso "figli che si avvicinano all'adolescenza" perché mi angustia non poco. per il resto, io sono contenta della mia scelta... anche se, lo confesso, ogni tanto "apro" l'account FB di mio marito per vedere cosa succede in giro., ché in certi giorni mi sento veramente un po' fuori dal mondo

        @anna lisa non esagererei sulla fiducia, soprattutto in me. semmai fidati di stefania e della raravis, che sono veramente due garanzie!
        partire senza PC è fondamentale, condivido appieno la tua scelta!

        @cleare the redtomato mi dispiace per questa tua astensione dal glutine, è così buono... ma come mai ti astieni, se posso chiedertelo? se ci sono dubbi di celiachia non lo devi assolutamente fare fino a che non hai terminato l'iter diagnostico, altrimenti rischi di risultare una falsa negativa!
        comunque sono contenta che ti piacciano le informazioni che trovi qui

        @roberta sono veloci e di effetto, perfetti per una comunione, a mio parere!

        @memole facciamo del nostro meglio :-)

        @greta non li avevi mai visti da stefania o da alessandra?!?!? se così è, sono contenta di averteli fatti conoscere, sono davvero validi, ma, mi raccomando, la paternità è tutta della raravis!

        @micol tutti tutti non so mica se te li do... :-))))))

        @stefania orlando immaginavo che tu li avessi provati...
        per FB, ricordo che non c'eri, da quando si fece la sopresona allo zio...

        @faustidda quando si dice essere saggi. quando mi iscrissi lo sapevo che ci avrei perso troppo tempo, ma a volte la tentazione è più forte della volontà...

        @roberta ma non c'è bisogno di macinarsi il riso, le farine di riso le vendono ovunque ormai, anche nella GDO!

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Non in Olanda, tesoro, non in Olanda....

          Elimina
        2. è vero, dimenticavo che vivi in olanda!!!!

          Elimina
      16. ciao Gaia, condivido in pieno quello che pensi di FB, io ho chiuso già il profilo personale, e ho lasciato (nn so fino a quando... ) quello del blog...
        all'inizio, era carino perchè ho ritrovato l'amica lontana, il compagno di scuola, poi c'era la vicina, il collega, e tanta gente che nn conosci.... solo che, dopo un pò mi stava stretto, perchè perdevo tanto tempo dietro a sciempiaggini, a link vuoti, a curiosità stupide... e così mi presi un periodo di riflessione, per capire cosa realmente fosse necessario per me, e giunsi alla conclusione, che FB mi doveva servire per crescere, di più... io avevo bisogno di consigli, di risposte, e del meraviglioso gruppo di cui ben sai.. ^_^ e quel profilo in quel momento non mi dava tutto questo... così dopo un breve saluto, venne chiuso...
        e adesso ho quello, tematico, dove interessa a tutti ciò che scrivo, ciò che pubblico, chiedo e ottengo risposte... e in più sono ancora nel gruppo più plus del web....
        anche se non ti nego che penso spesso a tagliare i fili con FB, perchè mi rendo conto che mi ruba del tempo, è un pò come la sigaretta (anche se nn fumo...) però è diventato uno dei primi pensieri della giornata... e questo nn mi piace!! dedico meno tempo al blog e ad altri blog, e questo è davvero un peccato... invece fare il giro del blogroll e non solo, ti fa scoprire che c'è un mondo diverso di FB, più salutare, con più principi... quindi mi sa che ritornerò al primo amore ...
        per non parlare dei tuoi baci, meravigliosi li proverò, come voglio iniziare a provare la cucina di Stefy, :))
        grazie e buona giornata

        RispondiElimina
        Risposte
        1. è passato un mesette, e sono molto contenta della scelta fatta. anche se in realtà questo non mi ha fatto avvicinare di più al blog, ma più che altro allontanare dalla rete in genere. e, per quanto tenga al mio blog, lo trovo una cosa molto sana!

          Elimina
      17. Anche io ho preparato per antio questi basi salati e confermo: sono ottimi!!
        Prova anche la variante con formaggio splamabile e salmone!!

        RispondiElimina
        Risposte
        1. avevo pensato proprio di fare quella per la festa di fine anno della classe della pargola. ora che ti leggo mi ricordo ceh li avevo visti anche da te!

          Elimina
      18. li feci tempo fa in versione originale e confermo, sono splendidi e piacciono molto nei buffet! (ti scrissi una mail tempo fa con gli aggiornamenti... hai anche mollato la posta elettronica nella fase di disintossicazione o ho sbagliato indirizzo? :-) )

        RispondiElimina
        Risposte
        1. ok, ho sbagliato indirizzo...

          Elimina
        2. è un periodo che non sto praticamente più guardando internet...

          Elimina
      19. Avevo scritto un lungo commento. Ma mi sa che non me lo ha preso, perché non credo che me lo abbia moderato tu... :-(

        RispondiElimina
        Risposte
        1. ma che sei grulla, io non ho moderato niente, è blogger che è sempre più schizofrenico.
          e quindi devo restare con una curiosità tremenda su quello che avevi da dirmi? nooooooooooooooooooo!

          Elimina
        2. Certo che no, fammi riprendere dal generale casino e riscrivo (oppure te lo scrivo per mail!). Baci

          Elimina
      20. I baci di dama salati non li avevo mai visti; questi sembrano davvero promettenti (ma a me qualunque stuzzichino salato sembra promettente, accidenti).
        Ho letto della tua cura disintossicante e non posso che condividere le tue riflessioni. Ogni tanto mi rendo conto di quante ore siano dedicate a questa appendice tecnologica ormai apparentemente irrinunciabile e mi domando se valga davvero la pena di vivere tanta parte della propria vita attraverso uno schermo, quando intorno a noi, invece, a portata di mano, ci son persone in carne e ossa con le quali parlare guardandole negli occhi e magari anche allungando una mano per toccarle.
        Eh ma che pippone di commento che ti ho scritto, mi scuso :-)
        Un abbraccio

        RispondiElimina
      21. Gaia, i baci sono deliziosi e come sempre le tue riflessioni e i tuoi post sono belli da leggere. Facebook è un'arma a doppio taglio può essere interessante come strumento di comunicazione tanto quanto pericoloso. Molta gente lo utilizza come palcoscenico, tante altre persone come unico strumento di dialogo o di confronto. Non credo in facebook come strumento per ritrovare gli amici perchè se hai bisogno di ritrovarli ( e se, dunque, te ne sei staccato) vuol dire che poi tanto amici non sono. Comunque spero che un giorno tornerai su facebook(per quel motivo che tu sai) ma di riprendere a fumare non se ne deve proprio parlare!!!buon fine settimana, un bacione!

        RispondiElimina
      22. mica l'avevo capito che aprendo il post sarei capitombolata dalla sedia! che foto meravigliose e che splendida ricetta! mai pensato di farli salati..ma tu sei troppo oltre :-DD su FB già ti espressi sostegno e appoggio via mail :-) io sto abbandonato una serie di gruppi e presto mi servirà solo per postare lì le ricette e comunicare velocemente con poche persone....oltre stop! lo detestavo prima, figuriamoci ora! comunque non ti sei persa nulla mia cara, tranne che non avere modo di scoprire come "l'arraggiataggine" regni sovrana in quasi tutti i gruppi ;-). Io da quando sono schiava del pc non leggo più e dire che macinavo libri a tutta tira (tipo mondo senza fine in una settimana). Darai un ottimo esempio ai tuoi figli, l'educazione è più imitazione che fraseggio :-D sono stata lunga... scusa :-DDD

        RispondiElimina
      23. Ciao ,bello il tuo blog mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi se ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

        RispondiElimina
      24. un salutino ed una rispostina: la torta non si colora di rosso perché... boh??? Sto facendo degli esperimenti in merito e credo di essere giunta ad una conclusione... ma di questo ne parlerò prossimamente (devo ancora verificare bene...) ;))
        Ciao

        RispondiElimina
      25. Appetitosi questi baci di dama salati voglio proprio provarli bravissima ciao a presto.

        RispondiElimina
      26. MI sembravano dolci!!!!! Ma è stata una piacevolissima sorpresa e poi col pesto che amo!
        Bravissima!

        RispondiElimina
      27. bellissime foto e ricetta molto golosa!

        RispondiElimina
      28. questa è bella! Io ci vado per trovare voi e tu te ne vai! E vai su Twitter. Io manco so usare FB, e ancora oggi preferisco di gran lunga il blog, lento, riflessivo, con quell'atmosfera da salotto... che fare, io tu Tw per ora non ci vado, perché ancora devo capire come funziona FB ma per molti sembra più facile aprire un profilo su FB che iscriversi ad un blog, ... non so, ora ci faccio un giro e se mi stufo scendo alla prima fermata, mica me lo sposo!

        Tornando alla ricetta... sono una specie di baci di dama ... salati, io potrei provarci con una farcia di avocado... o altro, appena mi viene un pizzico di voglia di cucinare...

        RispondiElimina
      29. Questi baci di dama salati sono così invitanti! Devo provare a farli, ho un brutto rapporto con la cottura dei baci di dama perchè mi si squagliano (of course li mangio lo stesso ma non son più baci di dama ma schiacciatine ahahaha)

        RispondiElimina
      30. ciaoo
        bellissimo blog
        buongiorno

        http://laracroft3.skynetblogs.be
        http://lunatic.skynetblogs.be

        RispondiElimina
      31. Come vedi anche io sono un po' più lontana dalla tecnologia, mio malgrado però, tanto che mi sono accorta solo oggi che avevi pubblicato questa ricetta già il 4 maggio... Cioè, ero venuta a vedere che fine avevi fatto, visto che adesso è quasi l'unico modo di stare in contatto... Il che non mi dispiacerebbe affatto se abitassimo nella stessa città , perché potremmo passare più tempo insieme a chiacchierare ... Invece così mi sembra solo di averti un po' persa.... :(
        Mi manchi itantissimo, sappilo!

        RispondiElimina
      32. @duck sono ottimi e fanno fare una gran figura. per il resto, sottoscrivo al 100%

        @spunti e spuntini senza glutine non temete, non ricomincerò a fumare! anche perché smettere mi è costato circa una decina di kg, e non posso permettermi di ingrassare ancora, anzi...

        @sonia sai che anch'io ho diminuito tanto la lettura da quando ho scoperto il computer? e ultimamente, sarà un caso, ma leggo di più...

        @isabella grazie della visita, vengo subito a trovarti!

        @faustidda verrò a controllare gli aggiornamenti antociani, allora!

        @unpizzicodimais grazie della visita, benvenuta!

        @gloria cuce' è quello il segreto, che siano salati appunto!

        @chiara giglio il merito non è mio ma della raravis

        @monica no no non una specie, ma proprio baci di dama. bella l'idea dell'avocado!

        @raffaella sullo squagliamento: anch'io la prima volta che li ho fatti, dolci, mi sono venute delle schiacciatine. che piacquero molto, ma certo non si potevano definire baci di dama. il segreto è metterli a riposare in frigo prima di cuocerli. tutto lì

        @lalique grazie della visita. vengo a visitarti!

        @pensierini grazie!

        @fantasie anche tu mi manchi, e tanto, però penso di aver fatto veramente bene. l'altro giorno comunque ho lavorato per te e per il tuo contest sui fiori! :-*

        RispondiElimina
      33. E qui paurosamente cado.... Al pc ci passo un sacco di tempo e non posso dire ai miei figli non state al pc.... E a volte fa davvero bene lasciare un pò... staccare la spina, prima si fa fatica poi davvero ci accorgiamo che come prima è troppo... Mi piacciono questi baci salati, come sempre sei fonte di ispirazione per la mia parte celiaca! Buona festa della mamma! Ely

        RispondiElimina
      34. Gaia, vorrei tanto provare a fare questa meraviglia ma in famiglia siamo anche vegani! Come posso sostituire il burro ed il parmigiano senza "snaturarli"?
        Un greade GRAZIE
        Romi

        RispondiElimina

      linkwithin

      Related Posts with Thumbnails