mercoledì 8 ottobre 2014

Baci di dama senza glutine e #haivolutolabicicletta


Aggiornamento impegni.
Questa settimana ci sono le verifiche: sei classi, sette materie, ergo sette verifiche, una al giorno compresi sabato e domenica :-)
La settimana prossima consigli di classe: uno al giorno o quasi, così non mi annoio.
Già faccio scuola in tre plessi diversi, quindi non mi annoiavo nemmeno prima.
Dato che non bastava, mi sono messa pure a seguire un corso di aggiornamento.
Una cosina light, tutti i martedì pomeriggio di qui a Natale.

Ma si sa, i professori non fanno un ciufolo dalla mattina alla sera.

Sabato e domenica c'è l'apertura dell'anno scout, ovviamente si va, il prossimo fine settimana c'è il compleanno di mio figlio.

Poi fra breve partirà il corso sulla LIM.

Per ribadire: motto dell'anno? #haivolutolabicicletta

Però abbiamo anche trovato il tempo di andare a camminare.

A me camminare mi rimette al mondo.



Poi... poi... poi...

E poi succederà anche un'altra cosa.
Bella e per la quale non devo fare fatica.
L'ho già fatta quest'estate, per questa cosa, la farica.

Anche questi biscottini li abbiamo fatti quest'estate.

Provati più e più volte perché non mi convinceva mai la ricetta.

Alla fine, questa mi ha convinto.

Questa quale? Ma questa!

baci di dama

Baci di dama
Ingredienti
(per circa 20 baci di dama) 
    Per l'impasto
    • 50 g di zucchero semolato
    • 50 g di nocciole spellate e tostate (¶)
    • 45 g di burro freddo
    • 25 g di farina di riso (¶)
    • 20 g di amido di mais (¶)
    • 10 g di fecola di patate (¶)
    • 1 g di xantano (¶)
    • 1 pizzico di sale
    Per la farcia
    • 50 g di cioccolato fondente (¶)
    Gli ingredienti contrassegnati con il simbolo(¶) sono alimenti a rischio per i celiaci e per essere consumati tranquillamente devono avere il simbolo della spiga barrata, oppure essere presenti nel prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia, o nell'elenco dei prodotti dietoterapici erogabili, o presentare la scritta SENZA GLUTINE sulla confezione.

    Tempo di preparazione: 30 minuti +  il riposo in frigorifero
    Tempo di cottura: 15-17 minuti 


    Preparazione
    Mettete le nocciole in freezer per un'ora, quindi tritatele fini nel mixer usato a intermittenza insieme a un paio di cucchiai di zucchero tolti dal totale.
    Mettete nell'impastatrice lo sfarinato di nocciole, il burro freddo, la farina di riso, gli amidi, lo xantano, lo zucchero rimasto e il pizzico di sale, e azionatela per il tempo necessario ad amalgamare il tutto.
    Fate la palla, avvolgetela nella pellicola e mettete in frigorifero per un'ora buona.

    Quando l'impasto si è ben rassodato, fate delle palline grandi poco più di una nocciola, adagiatele su una placca da forno rivestita di carta forno e rimettetele a raffreddare in frigorifero per un'altra ora, o anche di più.

    Un'ottima alternativa che permette di accorciare i tempi è quella di usare il freezer al posto di entrambi i passaggi in frigorifero.

    Preriscaldate il forno a 150° C.

    Quando il forno è a temperatura infornate a metà altezza e cuocete i baci di dama per per 15-17 minuti circa: non devono scurire, solo dorare.
    Appena estratti dal forno saranno molto delicati, lasciateli freddare prima di spostarli, e comunque maneggiateli con cura, meglio ancora se con una paletta per dolci.
    Una volta freddi sciogliete il cioccolato nel microonde a bassa potenza o a bagnomaria, tuffateci la parte piatta dei biscotti e saldateli a due a due. Aspettate che il cioccolato si solidifichi prima di mangiarli.

    Note
    I baci di dama sembrano facili ma sono infingardi: fondamentali i due passaggi in frigo, prima e dopo la formatura, per evitare che, una volta infornati, si spatascino miseramente e allora... addio baci di dama!
    Se mai doveste incappare nello spatasciamento, non buttateli: non saranno baci, ma saranno buoni comunque, come biscottini alle nocciole.
    Si possono fare anche salati, per un buffet, vengono ottimi. Li trovate qui.

    I baci di dama sono anche sul libro
    Quale libro? Ma il mio.



    http://www.amazon.it/dolce-gluten-free-Pasticceria-glutine/dp/8844044838/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1415356382&sr=1-1&keywords=il+dolce+gluten+free

    8 commenti:

    1. Visto che gli insegnanti non fanno un emerito c…o, io venerdì sciopero contro la Buona Scuola, alias 150 pagine di cazzate e strozzate che come al solito hanno lo scopo di metterla nel deretano ai proff e agli alunni!
      Ecco, e ora, dopo l'incavatura dovrò farmi i tuoi baci di dama!!!

      RispondiElimina
    2. ciao, al posto dello xantano che posso mettere? grazie Adriana

      RispondiElimina
      Risposte
      1. al posto dello xantano puoi anche non mettere niente: lo xantano si usa per rendere gli impasti senza glutine più aggregati, meno sbriciolosi, ma in dei biscottini così piccoli e comunque così delicati si può omettere. Io l'ho inserito perché per i biscotti uso un mix di farine naturalmente senza glutine che tengo già miscelato in un barattolo (lo preparo io, non lo compro) in cui metto anche un po' di xantano proprio per le ragioni che ho scritto sopra.
        ma li ho fatti anche senza e reggono bene lo stesso

        Elimina
    3. Ecco come hai ragione, anche mio marito è insegnante ed ha sempre da fare, altro che i maestri e i professori non fanno nulla..... Il mio ha sempre qualche corso da tenere, qualche sito da aggiornare, la lezione da preparare... Mi consolo con un bacio di dama meraviglioso, ho comperato lo xantano in attesa di usarlo, provo di sicuro! Baci

      RispondiElimina
    4. Immagino che quest'anno ti farai dei bei polpacci, a forza di pedalare!!
      ;)

      RispondiElimina
    5. Scusa sono profana... se invece di usare le farine che hai detto tu usassi un mix x dolci? Faccio un disastro...?

      RispondiElimina
      Risposte
      1. io non ho mai provato, ma perché mai non dovrebbe funzionare.
        prova! anzi, se dopo mi fai sapere sono contenta...

        Elimina

    linkwithin

    Related Posts with Thumbnails